giovedì 18 settembre 2014

Usa esaltano il limone: è più efficace della chemioterapia


Secondo studi americani, svolti dall’Istituto di Scienze della Salute di Baltimora, il limone allunga la vita. In questo studio si evince che il limone, combatte la cellulite, favorisce la produzione di energia, migliora la digestione del nostro corpo, favorisce il riposo, previene raffreddore e influenze, depura il fegato, elimina gli acidi urici e i calcoli renali, favorisce l’attività intestinale, aumenta le difese immunitarie e la produzione di globuli bianchi, funziona come antidepressivo.
Pensiamo addirittura che è utile per combattere il cancro, sarebbe in grado di uccidere cellule tumorali e cisti, dimostrando un’efficacia 10.000 volte più forte della chemioterapia e, soprattutto, non produce gli effetti terribili di questa cura.
Dovete sapere che il limone ha origine in Birmania, a sud dell'Himalaya, dove si trova allo stato selvatico. Furono gli arabi intorno al X secolo a diffonderlo nel bacino del Mediterraneo dove la pianta del limone era tuttavia già presente e conosciuta. Nell'Ottocento la Campania e la Sicilia divennero le regioni più importanti per la sua produzione.
E quindi sarebbe cosa buona e giusta diventare consumatori abituali di questo frutto bello e sano, una spremuta al mattino, qualche goccia nell’insalata. E per i catanesi doc l’immancabile appuntamento al chiosco per gustare un seltz limone e sale. Alla salute.



Nessun commento: