sabato 7 aprile 2018

Intervista ad Angelo Tomasello, allenatore del S.Anna

Santa Flavia, nel serata di ieri, ho avuto l'occasione di effettuare l'intervista esclusiva al mister Angelo Tomasello, in vista dell'importante partita di domani, a voi le parole dell'allenatore del Sant'Anna.


Mister, mancano tre partite alla fine del campionato. il "progetto giovani" stabilito ad inizio stagione ha avuto i frutti sperati?
Assolutamente si. Diciamo che raramente mi sono posto il problema dello juniores da schierare, avendone in campo, spesso e volentieri, più  di quelli richiesti dal regolamento. Ma anche i nostri "grandi", ad eccezione dei fratelli Arena, sono ragazzi da poco usciti dall'orbita degli juniores. Il grosso della squadra è composto da ragazzi nati nella seconda metà degli anni 90 e di questo siamo molto orgogliosi.

Mister parlaci della differenza fra seconda e prima categoria. E' cambiato qualcosa nella tua programmazione ?Ricordiamo che il Santanna viene da due promozioni di fila e che lo scorso anno è anche arrivata la soddisfazione della vittoria in coppa Trinacria?
La prima differenza è sicuramente atletica. le squadre si allenano sicuramente di più e meglio in prima categoria piuttosto che in seconda. Poi è cambiato molto da un punto di vista ambientale. I ragazzi sono dovuti crescere in fretta per riuscire a gestire emozioni nuove in campi più impegnativi. Ci siamo confrontati con piazze come Aragona, Porto empedocle, San giovanni gemini, San cataldo etc, per non citare le due battistrada Marineo e Lercara, società  che in un recentissimo passato hanno conosciuto ben altre categorie. Per quanto riguarda il nostro approccio all'allenamento  è cambiato qualcosa anche perche la mia squadra di lavoro si è arricchita della presenza del prof Salvo Canfarotta e del preparatore dei portieri Salvo Galioto.  Io assieme al mio staff  cerchiamo di sfruttare al meglio i pochi allenamenti che la categoria ci impone, motivo per cui prediligiamo portare avanti un lavoro integrato laddove l'attrezzo (la Palla) deve essere presente il più possibile e in tutte le fasi dell'allenamento. Dal mio punto di vista e a maggior ragione nel dilettantismo l'allenamento deve essere anche divertente. I ragazzi giocano per passione e arrivano al campo la sera dopo una dura giornata di lavoro o di studio.

Mister domenica arriva al comunale L'oratorio San Ciro e Giorgio di Marineo, squadra seconda in classifica e che fin dall'inizio del campionato gode dei favori del pronostico per il salto di categoria. Come stanno i ragazzi?? Come si approcceranno a quello che a tutti gli effetti puo definirsi un play off anticipato?
I ragazzi stanno Benissimo, sia atleticamente che mentalmente. Io dirò loro di godersi la partita. Se ad inizio stagione qualcuno avesse ipotizzato che a due giornate dalla fine avremmo avuto la possibilità di giocarci una partita del genere, in pochi ci avrebbero creduto. Ricordo lo scetticismo iniziale nei nostri confronti dovuto alla poca esperienza del gruppo. Oggi siamo L'unica squadra in grado di regalare al girone B di prima categoria i play off ed evitare ciò che per molti era già scritto ad inizio stagione. E di questo i ragazzi devono essere orgogliosi. Sono certo che domenica venderanno cara la pelle per regalare a tutta la comunità Flavese un sogno inatteso ma proprio per questo ancor più bello.

Nessun commento: